Zero Spreco a ottobre fa il pieno di energia

28/10/2019 - Pubblicato da Redazione in Novità

Successo per gli eventi di ottobre di Zero Spreco: laboratori di cucina, incontri, educazione ambientale 2.0 col progetto “Circolabs” e la speciale collaborazione con la “Maratonina di Arezzo” edizione 2019

Arezzo. “Siamo stati i primi a contattare Aisa Impianti e il progetto Zero Spreco per questa iniziativa-ha detto Erica Rampini, assessore alla scuola e alle politiche sociali del Comune di Monte San Savino, presente stamattina alla conferenza stampa organizzata al polo tecnologico di San Zeno per la consegna delle borracce di alluminio agli studenti delle scuole elementari. Sono i più piccoli i futuri cittadini del territorio e devono imparare quale è il rispetto e attenzione per l’ambiente a partire da piccoli gesti come non portare la bottiglia di plastica usa e getta a scuola, ma usare una borraccia che è poi riusabile grazie al sistema di acqua potabile presente nelle scuole”.

Erano 500 i ragazzi da Alberoro e Monte San Savino a cui sono state consegnate le borracce e che durante la mattinata sono stati coinvolti nei laboratori dedicati alla preparazione di cibi sani e alla lotta dello spreco alimentare attraverso giochi, la cucina dello chef Shady e della dottoressa Barbara Lapini e il Riciclo in Musica di Silvia Martini.

Il nostro scopo è ridurre non solo lo spreco alimentare ma anche l’utilizzo della plastica- ha detto il Direttore generale di Aisa Impianti Marzio Lasagni. Dovunque si può fare riuso prima di fare rifiuto, per noi è un valore aggiunto. Perché fare rifiuto comporta oltre che un danno ambientale anche un costo economico”.

La distribuzione di borracce di alluminio è stata avviata a settembre con il protocollo firmato da Zero Spreco con il Liceo classico “Francesco Petrarca” e l’Istituto Comprensivo statale “Giorgio Vasari”.E’ divertente vedere come i ragazzi personalizzano le proprie borracce con scritte, adesivi, gadget rendendole oggetti di uso quotidiano da portare sempre nello zaino- ha detto il Presidente di Aisa Impianti Giacomo Cherici. La collaborazione con le scuole è centrale per sviluppare buoni progetti di educazione sul tema e lavorare sulla sensibilizzazione dei ragazzi, i “nativi ambientali”, iniziando dalla riduzione dei rifiuti”.

Durante la distribuzione delle borracce alle scuole savinesi, l’assessore ha ricordato agli studenti e alle insegnanti che le nuove generazioni devono acquisire una grande consapevolezza: “Voi ragazzi dovrete essere più responsabili di noi adulti in materia di rispetto dell’ambiente e conservazione delle risorse, vi abbiamo consegnato un pianeta compromesso di cui dovrete prendervi cura”.

Una lunga giornata quella di venerdì. Successo e partecipazione nel pomeriggio di oltre 50 iscritti al corso di cucina “Banda dei Grandi Chef” di Barbara Lapini, con il solito obiettivo: zero spreco in cucina e le buone pratiche alimentari per la propria salute e la salute della famiglia.

Gli Inner Wheel Club, il Garden Club, l’Ammi, l’associazione mogli medici italiani, hanno organizzato invece una visita guidata all’impianto e soprattutto la tradizionale Charity Dinner, chiedendo a Aisa Impianti spazi, disponibilità e collaborazione, richiesta a cui il personale dell’impianto ha aderito con entusiasmo.

Un vero momento di solidarietà organizzato negli stand del giardino antistante al polo tecnologico a cui hanno aderito 150 ospiti, tutti con l’intento di sostenere l’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare.

La cena è stata organizzata con Associazione Cuochi Arezzo insieme ad AIS, Associazione Italiana Sommelier che hanno supportato Aisa Impianti nell’organizzazione della cena.

In contemporanea con i laboratori di cucina di Chef Shady, Lapini e quello musicale di Silvia Martini, “Circolabs” è stato il vero protagonista della mattinata di giovedì, la prima della tre giorni di appuntamenti.

Ideato dall’Associazione “Amici della Terra” in collaborazione con Confindustria Toscana Sud e i suoi principali associati, insieme ad Aisa Impianti e Ispra, il progetto è risultato tra i vincitori del bando voluto del Ministero dell’Ambiente destinato all’ideazione di progetti all’avanguardia sul fronte dell’educazione ambientale.

Rivolto alle scuole dei comuni facenti parte dei 25 Parchi nazionali italiani, nell’area dell’impianto di San Zeno si sono incontrati 550 studenti dell’Istituto IV Novembre di Arezzo e dell’Istituto statale di istruzione superiore Enrico Fermi di Bibbiena per conoscere, dopo visite e incontri in aziende di eccellenza del territorio e nello stesso Parco delle Foreste Casentinesi, il funzionamento del polo tecnologico.

La peculiarità del progetto, nella parte che ha convolto Aisa Impianti, è stata la formazione degli studenti più grandi come tutor, col compito di spiegare il funzionamento dell’impianto Zero Spreco ai più piccoli.

Il 26 e il 27 ottobre gli appuntamenti si sono spostati in Piazza San Iacopo.

In preparazione della 21° edizione della Maratonina Città di Arezzo, in programma domenica 27, si sono tenuti corsi per le scuole e convegni sui temi di Zero Spreco: riduzione della produzione dei rifiuti, lotta allo spreco alimentare, riciclo, recupero e tutela dell’ambiente.

RASSEGNA STAMPA

La Nazione Arezzo

Arezzo TV

SR 71

Arezzo 24

Arezzo Web

Arezzo Notizie

La Nazione Arezzo

la nazione foto

Corriere di Arezzo

corrire di arezzo