Rifiuti: anche a Cortona occhi tecnologici ed ispettori ambientali

24/04/2018 - Pubblicato da Redazione in Press

Al via dal mese di maggio il nuovo servizio di monitoraggio a cura di Gestione Ambientale srl nel Comune di Cortona.

Fototrappole e monitoraggio costante contro i furbetti della raccolta differenziata: è l’iniziativa attivata dal Comune di Cortona, , che a partire da maggio 2018, ha incaricato Gestione Ambientale srl, società del gruppo aziendale di AISA Impianti S.p.A., di svolgere l’attività di ispezione ambientale sul territorio, allo scopo di ottimizzare il servizio e sensibilizzare la popolazione verso un corretto conferimento dei rifiuti, soprattutto relativamente agli abbandoni.

Gli Ispettori dovranno verificare e monitorare tutte le fasi della raccolta, fornendo all’amministrazione informazioni utili per intervenire in caso di necessità e saranno anche al servizio del cittadino fornendo assistenza e facilitando il corretto funzionamento del servizio.

Il monitoraggio si avvarrà anche dell’utilizzo di strumentazioni di videocontrollo, le cosiddette fototrappole, collocate nei luoghi di maggior criticità sul territorio comunale.

Questi dispositivi, già installati e gestiti da Gestione Ambientale s.r.l. per i Comuni di Arezzo e di Foiano della Chiana, permettono di disporre di immagini e video utili alla verifica del corretto smaltimento dei rifiuti, a fronte anche del fenomeno dell’abbandono abusivo che, oltre a presentare forti criticità ambientali ed in tema di decoro urbano, costituisce un costo sensibile nella bolletta rifiuti.



Gestione Ambientale s.r.l. metterà quindi a disposizione dell’Amministrazione Comunale operatori specializzati sul territorio, in grado di fornire elementi utili sull’andamento dell’attuazione del Piano Esecutivo dei Servizi. Saranno preziosi sorveglianti anche per le attività di indirizzo e controllo degli uffici Comunali, e più in generale dell’Autorità per il Servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani ATO Toscana Sud.

“L’attenzione verso il decoro urbano e il controllo dei costi relativi alla nettezza urbana - dichiara Marzio Lasagni Direttore di Aisa Impianti - è sempre più sentito da parte della cittadinanza, pertanto Gestione Ambientale, società controllata da Aisa Impianti, ha attivato un servizio a favore dei Comuni che ne fanno richiesta per contrastare gli abbandoni dei rifiuti e migliorare il servizio di raccolta attraverso un controllo del territorio effettuato dagli ispettori ambientali e con l’ausilio delle fotocamere, denominate fototrappole, per identificare gli eventuali comportamenti illeciti. Compito dell’azienda però, non è solo sanzionare e verificare il corretto adempimento del piano del progetto di esecuzione dei servizi, ma anche quello di affiancare il cittadino nella comprensione delle regole comportamentali a cui attenersi. In altri termini, gli ispettori ambientali opereranno non solo per sanzionare, ma anche per aiutare gli utenti a conferire in maniera corretta e a fare una buona raccolta differenziata.”

“Questo intervento è un ulteriore servizio alla luce della riorganizzazione che stiamo attuando nel settore ambientale. Ad oggi - dichiara l’Assessore all’Ambiente del Comune di Cortona Andrea Bernardini - abbiamo coperto circa il 70% delle utenze del territorio comunale e la cittadinanza sta rispondendo in maniera molto positiva a queste novità. Anche nei primi dati del 2018 stiamo registrando un incremento significativo. Nel mese di gennaio, con il servizio non ancora completamente a regime la percentuale della raccolta differenziata ha raggiunto il 45%. Contiamo di incrementare questo trend, anche significativamente, entro la fine dell’anno. Tutto ciò ci ha permesso di abbattere la tariffa già nel 2018 del 5%. E’ un segnale importante di inversione di tendenza. L’introduzione della figura dell’Ispettore ambientale con Gestione Ambientale è molto importante e contribuirà a migliorare il servizio. Questa figura avrà una triplice funzione cioè quella di educare e informare la cittadinanza sulla corretta raccolta differenziata, vigilare e controllare chi abbandona i rifiuti e non rispetta le regole, e verificare che il gestore SEI Toscana rispetti il piano dei servizi concordato.”

Rassegna Stampa

La Nazione Arezzo - 25 aprile 2018

Corriere di Arezzo - 25 aprile 2018

CentrItaliaNews.it

Valdichiana Oggi

Arezzo Notizie

L’Etruria